Aneddoti & Curiosità

Visioni d'Egitto nelle vedute di Ippolito Caffi al museo Correr di Venezia

Opere e luoghi poco noti
caffi

Visioni d'Egitto nelle vedute di Ippolito Caffi al museo Correr di Venezia

Chi dice che l'arte a Venezia sia finita con la caduta della Repubblica?

Quest'anno ricorre il centocinquantesimo anniversario della morte di un grandissimo artista veneziano: Ippolito Caffi. Fino al 20 novembre 2016 il museo Correr ospita una splendida mostra in cui vengono finalmente esposte tutte le opere dell'artista custodite nei depositi dei Musei civici di Venezia.

Vedute di straordinario valore artistico ci rimandano a scenari familiari, come Piazza San Marco a Venezia o la basilica di San Pietro a Roma, ma anche a luoghi esotici e lontani, come l'Acropoli di Atene e il Suk del Cairo in Egitto.

Le vedute di orientali di Caffi nacquero durante il viaggio che l'artista intraprese dal 1843 per il suo desiderio di conoscere di persona questi mondi tanto favoleggiati in letteratura e in pittura, e per il suo spirito d'avventura – quello stesso spirito che qualche anno più tardi porterà Caffi in volo sul pallone aerostatico, lasciandone memoria viva in un bellissimo quadro esposto in mostra.

Il viaggio in Oriente fu difficile e sicuramente pericoloso, ma fondamentale per la sua crescita umana e artistica: Grecia, Turchia, Egitto, poi giù fino alla Nubia e ancora Siria, Armenia, Palestina e di nuovo Grecia, ad Atene.

Caffi tornò da questo straordinario viaggio arricchito di un'inedita comprensione della luce e delle sue rifrangenze e di una capacità nuova nella resa di quel ‘caldo rimbalzare e baluginare contro marmi candidi e distese sabbiose senza confine, dove la linea dell'orizzonte si perde all'infinito'.

La mostra ‘Ippolito Caffi 18.09-1866. Tra Venezia e l'Oriente' è aperta tutti i giorni (lunedì-giovedì dalle 10.00 alle 19.00; venerdì-domenica dalle 10.00 alle 23.00); i biglietti per accedere alla mostra possono essere acquistati direttamente alla biglietteria del Museo Correr.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Padova: Il Castello del Catajo

catajo
Curiosità storiche

Le città del Veneto sono piene di storia e monumenti di incredibile fascino… Anche le zone di campagna, però, riservano molte sorpr...

Vedi

Venezia: Mozart a Venezia

mozart
Presenze illustri

Non c’è alcun dubbio nell’affermare che Wolfgang Amadeus Mozart (Salisburgo 1756-Vienna 1791) sia stato uno dei più grandi musici...

Vedi

Vicenza: Il criptoportico di Piazza Duomo a Vicenza

criptoportico_vicenza
Opere e luoghi poco noti

Vicenza è famosa in tutto il mondo per i suoi monumenti cinquecenteschi, patrimonio dell’Unesco opera del grande architetto Andrea P...

Vedi

Venezia: L’altorilievo di Ercole sulla facciata della casa del Tintoretto

casa-tintoretto-venezia
Misteri & Leggende

Nel sestiere di Cannaregio a Venezia sorge la casa del famoso pittore Jacopo Robusti detto ‘il Tintoretto’ (1519- 1594). Sulla facc...

Vedi

I post più letti

Venezia: Il Giardino segreto di Ca’ Morosini del giardin a Cannaregio

ca-morosini-del-giardin
Opere e luoghi poco noti

Venezia è una città magica per molti motivi, tra cui i suoi tanti giardini nascosti che pochi conoscono! Uno dei più segreti e sugge...

Vedi

Treviso: Casa dei Carraresi a Treviso

casa-dei-carraresi-treviso
Curiosità storiche

Uno dei luoghi più famosi della città di Treviso è la cosiddetta casa dei Carraresi, che prende il nome dall’antica famiglia arist...

Vedi

Vicenza: La reliquia della Spina nella chiesa di Santa Corona a Vicenza

santa-corona
Opere e luoghi poco noti

Una delle chiese più importanti di Vicenza è sicuramente quella di Santa Corona. Venne fondata dai Domenicani negli anni sessanta del...

Vedi

Venezia: Il fantasma dei Giardini della Biennale a Venezia

Statua_zolli
Misteri & Leggende

All'ingresso dei giardini vicino alla Biennale di Venezia c'è la statua dell'eroe risorgimentale Giuseppe Garibaldi. Pochi notano per...

Vedi