Aneddoti & Curiosità

Visioni d'Egitto nelle vedute di Ippolito Caffi al museo Correr di Venezia

Opere e luoghi poco noti
caffi

Visioni d'Egitto nelle vedute di Ippolito Caffi al museo Correr di Venezia

Chi dice che l'arte a Venezia sia finita con la caduta della Repubblica?

Quest'anno ricorre il centocinquantesimo anniversario della morte di un grandissimo artista veneziano: Ippolito Caffi. Fino al 20 novembre 2016 il museo Correr ospita una splendida mostra in cui vengono finalmente esposte tutte le opere dell'artista custodite nei depositi dei Musei civici di Venezia.

Vedute di straordinario valore artistico ci rimandano a scenari familiari, come Piazza San Marco a Venezia o la basilica di San Pietro a Roma, ma anche a luoghi esotici e lontani, come l'Acropoli di Atene e il Suk del Cairo in Egitto.

Le vedute di orientali di Caffi nacquero durante il viaggio che l'artista intraprese dal 1843 per il suo desiderio di conoscere di persona questi mondi tanto favoleggiati in letteratura e in pittura, e per il suo spirito d'avventura – quello stesso spirito che qualche anno più tardi porterà Caffi in volo sul pallone aerostatico, lasciandone memoria viva in un bellissimo quadro esposto in mostra.

Il viaggio in Oriente fu difficile e sicuramente pericoloso, ma fondamentale per la sua crescita umana e artistica: Grecia, Turchia, Egitto, poi giù fino alla Nubia e ancora Siria, Armenia, Palestina e di nuovo Grecia, ad Atene.

Caffi tornò da questo straordinario viaggio arricchito di un'inedita comprensione della luce e delle sue rifrangenze e di una capacità nuova nella resa di quel ‘caldo rimbalzare e baluginare contro marmi candidi e distese sabbiose senza confine, dove la linea dell'orizzonte si perde all'infinito'.

La mostra ‘Ippolito Caffi 18.09-1866. Tra Venezia e l'Oriente' è aperta tutti i giorni (lunedì-giovedì dalle 10.00 alle 19.00; venerdì-domenica dalle 10.00 alle 23.00); i biglietti per accedere alla mostra possono essere acquistati direttamente alla biglietteria del Museo Correr.

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: La Sacrestia della chiesa di Santo Stefano

sacrestia-santo-stefano
Opere e luoghi poco noti

In uno dei campi più belli e assolati di Venezia sorge l’imponente chiesa di Santo Stefano, fatta edificare dai monaci Eremitani nel...

Vedi

Vicenza: Il Ponte degli Alpini a Bassano del Grappa

Ponte-degli-Alpini-Bassano
Curiosità storiche

Se i ponti sono la vostra passione non potete assolutamente perdere il Ponte degli Alpini a Bassano del Grappa, in Provincia di Vicenza...

Vedi

Venezia: Le barche della Laguna di Venezia

barche-veneziane
Tradizioni popolari

Chi arriva a Venezia per la prima volta pensa che i canali della città siano solcati solo dalle celebri gondole… In realtà ci sono ...

Vedi

Venezia: La tomba del Doge Andrea Gritti nella chiesa di San Francesco della Vigna

Andrea_Gritti-tomba
Presenze illustri

Per i pochi temerari visitatori che si avventurano nel sestiere di Castello, lontano dalle folle che si accalcano in Piazza San Marco e...

Vedi

I post più letti

Verona: Il Parco Sigurtà a Valeggio sul Mincio

sigurtà
Opere e luoghi poco noti

Il Parco giardino Sigurtà è un parco naturalistico di 60 ettari situato a Valeggio sul Mincio, in provincia di Verona, a circa 8 km d...

Vedi

Venezia: I graffiti degli antichi mercanti nel Fontego dei Tedeschi a Venezia

Fondaco_dei_Tedeschi
Curiosità storiche

Ogni palazzo che sorge lungo il Canal Grande ha una curiosità o un mistero da svelare... Dopo essere stato per circa due secoli il pal...

Vedi

Padova: Padova, l'Iliade, l'Eneide e l'Inferno di Dante

padova-antenore
Misteri & Leggende

Che cosa hanno in comune la città veneta di Padova e l'Inferno di Dante? All'apparenza nulla, ma se si scava nelle leggende medievali ...

Vedi

Venezia: La Scuola Grande di San Rocco a Venezia come set del film ‘Casanova'

Sala_Capitolo
Location cinematografiche

Nel 2005 a Venezia è stato girato il film ‘Casanova', diretto dal regista Lasse Hallström e interpretato dal compianto Heath Ledger...

Vedi