Aneddoti & Curiosità

Vò Euganeo: un luogo da scoprire

Opere e luoghi poco noti
vò

Vò Euganeo: un luogo da scoprire

In questi ultimi mesi si è sentito molto parlare del piccolo comune di Vò, in provincia di Padova, al centro delle attenzioni e preoccupazioni di tutti noi perché tra i primi focolai italiani di Covid-19. Pensiamo sia importante, però, che questa cittadina non rimanga impressa nella nostra memoria solo come focolaio, ma sia ricordata come la splendida destinazione che è, la terra del vino e della trachite, ricca di prodotti tipici, di attività da fare all’aria aperta e di cultura.

Già la sua denominazione così particolare, Vò, oltre a detenere un record per la sua brevità, rivela le sue antiche origini come centro di commercio fluviale. Secondo diverse teorie, il nome Vò deriva dal latino “vadum”, guado, un punto estremamente basso di un fiume che può essere percorso a piedi o con alcuni mezzi di trasporto. Il comune di Vò, infatti, un tempo era bagnato da un ramo del fiume Adige. Esiste, tuttavia, una seconda teoria che fa risalire l’origine del suo nome all’abbreviazione di Vicus Euganeus, villaggio euganeo, in V.o euganeo nei documenti ufficiali.

Oggi il comune di Vò è suddiviso nelle frazioni di Boccon, Cortelà, Vò Vecchio e Zovon. A Vò Vecchio ti consigliamo di visitare Villa Contarini Giovanelli Venier. Un tempo sede del Comune (ora a Cà Erizzo), è stata costruita nel XVI secolo dalla nobile famiglia veneziana Contarini, che ha colto l’appello della Serenissima di espandersi verso la terraferma. Inizialmente attorno alla villa si sviluppa il nucleo abitativo originale di Vò, ma nel corso del Novecento diventa un luogo di detenzione per gli ebrei residenti nelle province di Padova e Rovigo, in attesa di essere deportati nei campi di concentramento. Oggi la villa è sede del museo della Shoah e del Paesaggio e all’esterno del palazzo potrai vedere una lapide in memoria degli ebrei che sono stati qui imprigionati.

Se sei appassionato di questi edifici architettonici, ti segnaliamo altre ville che si trovano all’interno del comune di Vò, tra cui Villa Paruta, Villa Mariani, Ca' Morosini e, infine, Villa Lando Mantovani e Villa Sceriman, che ospitano un’enoteca dove originariamente c’erano le scuderie.

A pochi passi da Villa Contarini Venier vale la pena dare una sbirciata alla chiesa e all’oratorio di San Lorenzo, un tempo oratorio di Sant’Anna, costruito anch’esso dai Contarini e successivamente ampliato per far fronte all’aumento della popolazione e alla necessità di spazi religiosi più grandi.

Se, dopo settimane di quarantena, hai giustamente una gran voglia di fare lunghe passeggiate all’aperto, tieni presente che Vò è uno dei comuni compresi nel parco regionale dei Colli Euganei, che ha una moltitudine di sentieri percorribili a piedi o in mountain bike, più o meno lunghi. Gli amanti della bicicletta possono anche percorrere l’Anello Ciclabile dei Colli Euganei, percorso che passa attraverso Vò Vecchio. Il parco regionale comprende il Monte Venda, il più alto di tutto il comprensorio.

Vale sicuramente la pena salire fino in cima per ammirare i ruderi del monastero degli Olivetani, tra i quali potrai riconoscere parti della chiesa, della torre campanaria e della cripta.
Inoltre, lungo un fianco del Monte Venda, c’è un altro bellissimo posto da non perdere, l’omonimo anfiteatro, un teatro naturale situato all’interno dell’azienda vitivinicola Ca’ Lustra - Zanovello, attiva da più di quarant’anni, da cui avrai il privilegio di ammirare una meravigliosa vista panoramica sul parco.

Tieni presente che alcuni dei luoghi menzionati sono visitabili solo su appuntamento o sono momentaneamente chiusi a causa del COVID-19. Ti consigliamo, quindi, di informarti sugli orari di apertura e le modalità di visita contattando direttamente i luoghi che vuoi vedere!

 

Venezia, 3 Giugno 2020

A cura della redazione di Insidecom

Ultimi post

Venezia: Veronica Franco: la donna più discussa della Serenissima

vf1
Presenze illustri

Tra le varie figure femminili veneziane del passato, sicuramente una delle più interessanti e, per molti lati moderna, è Veronica Fra...

Vedi

Venezia: 10 canzoni che ti faranno pensare a Venezia

canzoni-ve
Lo sapevate che...

Ci sono canzoni di cui basta sentire le prime note per essere subito trasportati con la mente ad un luogo, un ricordo o un sogno. Quest...

Vedi

Padova: Vò Euganeo: un luogo da scoprire

vò
Opere e luoghi poco noti

In questi ultimi mesi si è sentito molto parlare del piccolo comune di Vò, in provincia di Padova, al centro delle attenzioni e preoc...

Vedi

Venezia: 10 film ambientati a Venezia da non perdere

10_film_venezia
Location cinematografiche

Venezia è una città unica al mondo, ogni anno fa sognare milioni di visitatori con il suo fascino intramontabile e le sue ‘calli’...

Vedi

I post più letti

Chioggia: La Valle dei Sette Morti

casone-millecampi-detto-casone-dei-sette-morti
Misteri & Leggende

Ormai Halloween è alle porte: siete già entrati nell’affascinante clima di terrore della festa più paurosa dell’anno? No? Beh, c...

Vedi

Venezia: Il cuore di pietra della Basilica di San Marco

cuore-erizzo
Opere e luoghi poco noti

Se siete in visita alla Basilica di San Marco e vi siete appena accomiatati dalla meravigliosa visione della Pala d’Oro (assolutament...

Vedi

Venezia: Mappa di Venezia, cosa sapere prima di partire

mappa-venezia
Lo sapevate che...

Lo sapevate che Venezia non è un’unica grande isola ma un insieme di ben 117 piccole isole collegate tra di loro da oltre 400 ponti?...

Vedi

Verona: La storia delle mura romane di Verona

porta-borsari
Curiosità storiche

Verona è sempre stata considerata una città di notevole importanza dal punto di vista militare: trovandosi allo sbocco della Valle de...

Vedi