Biennale Architettura 2021 - How will we live together?

17. Mostra Internazionale di Architettura

Dal 22 maggio 2021 al 21 novembre 2021

biennale-architettura-2021
Prodotti acquistabili
Tour & Attività Taxi & Transfer

Da sabato 22 maggio 2021 la Biennale di Architettura di Venezia finalmente apre le sue porte al pubblico dopo esser stata rinviata di un anno. Un messaggio di speranza, il desiderio di tornare alla normalità, agli eventi e alle tradizioni che rendono unica Venezia.

La 17° edizione della Biennale Architettura di Venezia è organizzata dalla Biennale di Venezia e curata da Hashim Sarkis, architetto libanese, professore e decano della School of Architecture and Planning presso il Massachusetts Institute of Technology, non che direttore principale degli Hashim Sarkis Studio.

Nel 2019 Hashim Sarkis ha presentato per la prima volta il tema di questa nuova Biennale di Architettura: ‘How will we live together? Attraverso questa domanda aperta il Curatore chiede agli architetti ‘di immaginare spazi in cui possiamo vivere generosamente insieme, in un contesto di divisioni politiche acutizzate e disuguaglianze economiche crescenti’. Ricontestualizzando il quesito alla situazione attuale, Sarkis ha poi affermato che ‘l’intensificarsi della crisi climatica, i massicci spostamenti di popolazione, le instabilità politiche in tutto il mondo e le crescenti disuguaglianze razziali, sociali ed economiche, ci hanno portato a questa pandemia e sono diventate ancora più rilevanti’.

Ora vediamo insieme come è organizzata la 17° Mostra di Architettura di Venezia:

La Mostra Internazionale di Architettura 2021 è organizzata in cinque aree tematiche o ‘scale’ che espongono le opere di 112 partecipanti provenienti da 46 paesi soprattutto Africa, Asia e America Latina.

La cinque ‘scale’ tematiche sono allestite tre presso l’Arsenale e due nel Padiglione Centrale: Among Diverse Beings, As New Households, As Emerging Communities, Across Borders e As One Planet.

Una sezione della mostra, intitolata ‘How will we play together?’, è approntata presso il Forte Marghera di Mestre e, come ben espresso dal titolo, mette in mostra un interessante progetto, ideato da 5 architetti partecipanti, dedicato al gioco.

I Padiglioni ai Giardini, l’Arsenale e il centro storico di Venezia saranno il palco di grandi progetti ad opera di 61 Partecipazioni Nazionali tra cui tre Paesi presenti per la prima volta alla Biennale Venezia Architettura: Granada, Iraq e la Repubblica dell’Uzbekistan.

Il Padiglione Italia alle Tese delle Vergini in Arsenale, sostenuto e promosso dal Ministero della Cultura, Direzione Generale Creatività Contemporanea, è a cura di Alessandro Melis.

 

Non mancheranno poi numerosi Eventi Collaterali proposti da enti ed istituzioni internazionali, che troveranno posto in tutta Venezia:

  • Air/Aria/Aire _Catalonia in Venice presso i Cantieri Navali, Castello, 40 (calle Quintavalle)
  • ‘Charlotte Perriand and I’. Converging designs by Frank Gehry and Charlotte Perriand presso Espace Louis Vuitton, San Marco, 1353 (calle del Ridotto)
  • Connectivities: Living beyond the boundaries - Macao and the Greater Bay presso Area Arsenale, Castello, 2126/A (campo della Tana)
  • Hakka Earthen Houses on variation-Co-operative Living, Art and Migration Architecture in China presso Forte Marghera, padiglione 30
  • Lianghekou presso Palazzo Zen, Cannaregio, 4924 (fondamenta di Santa Caterina)
  • Mutualities presso Spazio Ravà, San Polo, 1100 (riva del Vin)
  • Not Vital. SCARCH presso Abbazia di San Giorgio Maggiore, Isola di San Giorgio Maggiore
  • Primitive Migration from/to Taiwan presso Palazzo delle Prigioni, Castello, 4209 (San Marco)
  • Redistribution: Land, People & Environment presso Arsenale, Castello, 2126 (campo della Tana)
  • Revive the Spirit of Mosul UNESCO Regional Bureau for Science and Culture in Europe presso Palazzo Zorzi, Castello, 4390
  • Salon Suisse 2021: Bodily Encounters presso Palazzo Trevisan degli Ulivi, Dorsoduro, 810 (campo Sant’ Agnese)
  • Senza Terra / Pomerium presso Isola di San Servolo
  • Skirting The Center: Svetlana Kana Radević on the Periphery of Postwar Architecture presso Palazzo Malvasia Palumbo Fossati, San Marco, 2597
  • The Majlis presso Giardino della Abbazia di San Giorgio Maggiore, Isola di San Giorgio Maggiore
  • Tropicalia – Architecture, Materials, Innovative Systems presso Squero Castello, Castello, 369 (salizada Streta)
  • Young European Architects presso CA'ASI, Palazzo Santa Maria Nova, Cannaregio, 6024 (campiello Santa Maria Nova)
  • Young Talent Architecture Award 2020. Educating together presso Palazzo Mora, Cannaregio, 3659 (Strada Nova)

Non vanno tralasciate neanche le numerose iniziative entrate ormai a pieno titolo nel programma della Biennale Architettura di Venezia:

  • Meetings on Architecture, il ricco programma di conversazioni che offre la possibilità ad architetti e studiosi di tutto il mondo di rispondere alla domanda How will we live together? in un contesto dove l’architetto deve rispondere a nuove sfide ed esigenze dovute alle mille variabili del mondo in cui viviamo.
  • Biennale Sessions, progetto che La Biennale di Venezia dedica alle istituzioni operanti nella formazione e nella ricerca nel campo dell’architettura, delle arti e nei campi affini al fine di offrire facilitazioni ed assistenza per le visite di tre giorni organizzate per gruppi di almeno 50 persone, tra studenti e docenti.
  • Educational, iniziative rivolte agli studenti di ogni ordine e grado, famiglie, professionisti, aziende e singoli visitatori che prevedono il coinvolgimento attivo attraverso Percorsi Guidati e Attività di Laboratorio.

 

La cerimonia di inaugurazione della Biennale di Architettura Venezia 2021 e di premiazione, durante la quale sarà consegnato il Leone d’Oro alla carriera a Lina Bo Bardi, avrà luogo sabato 22 maggio 2021.

A cura della redazione di Insidecom