Biennale Danza di Venezia 2017

11° Festival di Danza Contemporanea

Dal 23 giugno 2017 al 01 luglio 2017

Biennale-danza-2017
Prodotti acquistabili
Alloggi Taxi & Transfer

Tutto è pronto per la Biennale Danza 2017! Venezia si prepara ad accogliere il ricco programma della Biennale Danza che si svolgerà dal 23 giugno al 1 luglio in numerose location della splendida città lagunare.

Per il primo anno sotto la direzione artistica della danzatrice e coreografa canadese Marie Chouinard, il Festival di Danza a Venezia animerà la città con 9 intense giornate di spettacoli che prevedono fino a 5 appuntamenti al giorno: 15 artisti invitati per un totale di 26 coreografie, tra le quali 9 in prima italiana e 1 in prima europea, alle quali vanno ad aggiungersi 4 creazioni frutto del lavoro svolto all’interno di Biennale College.

Come già fatto nelle ultime edizioni, la Biennale Danza di Venezia - programma 2017 darà largo spazio al progetto Biennale College. Nato nel 2013 con lo scopo di dare ai giovani artisti la possibilità di lavorare affiancati da grandi maestri del panorama internazionale, questa iniziativa ha ottenuto un grandissimo successo. College è presente anche negli altri settori della Biennale di Venezia e mira a coinvolgere ed accorpare sempre più le varie attività della Biennale traendo energie, idee e novità dalle nuove generazioni. Per quanto riguarda la Biennale Danza, College 2017 presenterà i risultati di due percorsi paralleli, uno dedicato all’arte della danza e l’altro a quella della coreografia. In particolare quest’ultimo offrirà a tre giovani coreografi di lavorare con danzatori di grande esperienza per 6 settimane al fine di presentare al festival le loro creazioni originali.

L’11° Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia ‘First Chapter’, primo diretto da Marie Chouinard, mira a portare la danza nella città per farla entrare in contatto diretto con le persone attraverso spettacoli, incontri, film e conversazioni. Fedele ai principi che hanno legato la sua vita alla danza, considerata un’arte sacra da praticare con rigore e grande rispetto, Marie Chouinard proporrà artisti, opere ed autori in cui crede fermamente, volti a una nuova bellezza e amore per la danza. Per la Biennale Danza 2017 programma un calendario che sappia coinvolgere lo spettatore, aprire la sua mente e mostrare nuove libertà. In campo S. Agnese si terranno diversi spettacoli all’aperto volti a portare la danza nel cuore di Venezia, mentre proiezioni e incontri avranno lo scopo di fornire un filo diretto tra spettatore, coreografi e danzatori.

Il 23 giugno spetta alla coreografa americana Lucinda Childs, Leone d’oro alla carriera 2017, inaugurare la Biennale di danza contemporanea 2017 con Katema, Dance II e Dance, quest’ultimo realizzato in collaborazione con Sol LeWitt e Philip Glass viene presentato in Italia per la prima volta con il film in bianco e nero che LeWitt aveva creato nel lontano 1979.

Alessandro Sciarroni, tra i più rivoluzionari performer e coreografi in Europa, crea coreografie partendo da discipline sportive e arti circensi, porta alla Biennale Danza 2017 Chroma in prima per l’Italia, Aurora e Folk-s.

Per la prima volta in Italia Clara Furey presenta alla Biennale Danza di Venezia 2017, in prima nazionale, Untied Tales, in collaborazione con il danzatore e coreografo slovacco Peter Jasko.

Gradito ritorno alla Biennale di Danza a Venezia è invece quello di Louise Lecavalier, questa volta in veste di coreografa e danzatrice per So Blue, interpretato con Frédéric Tavernini.

Lisbeth Gruwez presenta al Festival Internazionale di danza contemporanea a Venezia, in prima italiana, We’re pretty fuckin’ far from okay, focalizzato su paura fisiologica e psicologica e sulle nostre emozioni primitive.

Soft virtuosity, still humid, on the edge è invece lo spettacolo presentato dalla direttrice Marie Chouinard… Affascinante viaggio attraverso il mondo con un un excursus sulle molte forme del camminare.

Ann Van den Broek incanterà il pubblico della Biennale Danza Contemporanea con The Black Piece: 5 performer immersi in un’oscurità quasi totale, dove spiccano i bagliori che la stessa coreografa mette in scena affinché lo spazio prenda forma solo attraverso i suoni percepiti dallo spettatore.

Leone d’argento 2017, nonché una delle personalità che attira maggiormente la stampa internazionale, Dana Michel arriva alla Biennale Danza di Venezia 2017 per la prima volta con Yellow Towel. I suoi spettacoli creano un legame empatico tra artista e spettatore grazie a momenti live, storia personale, sogni e preoccupazioni.

Padre nativo americano e madre olandese: le radici di Daina Ashbee influenzano da sempre il suo lavoro, dove danza contemporanea, tradizione e tematiche sociali si fondono in nuova consapevolezza di se stessa. Presenta al Festival di Danza Contemporanea, Venezia 2017, Unrelated in prima italiana e When the ice melt, will we drink the water? in prima europea.

Il grande Benoît Lachambre debutta in prima italiana per la Biennale Danza Venezia con Lifeguarde, opera che mira a creare uno spazio intimo, dove lo spettatore riveste un ruolo di primaria importanza, che cambia in base a spazio e spettatori.

A Xavier Le Roy la Biennale Danza di Venezia da spazio per un importante assolo, Self Unfinished, che rifiuta il teatro di rappresentazione per dar vita a un’anti-coreografia dove la danza si fa spazio nella mente e si esprime tramite operazioni concettuali o in gesti ironici.

Presentato in prima italiana anche And so you see… our honorable blue sky and ever enduring sun… can only be consumed slice by slice… di Robyn Orlin, artista controversa e provocatoria che ha rielaborato l'arte performativa del Sud Africa.

Chiudono la Biennale Danza 2017 Mathilde Monnier e La Ribot con Gustavia, unico personaggio femminile giocato dalle due donne con comicità ed ironia.

Biennale Danza Venezia 2017 Programma

Venerdì 23 giugno

  • ore 11.30 - Campo Sant’Agnese - Katema (1978 - rev. 2013, 6’), coreografia Lucinda Childs
    a seguire
    Dance II (da Dance, 1979 – rev. 2010, 16’), coreografia Lucinda Childs
  • ore 17.30 - Sala delle Colonne a Ca’ Giustinian - incontro con Lucinda Childs
  • ore 21.30 - Teatro alle Tese - cerimonia di consegna del Leone d’oro alla carriera a Lucinda Childs
    a seguire
    Dance (1979, 60’) prima italiana, coreografia Lucinda Childs

Sabato 24 giugno

  • ore 11.30 - Campo Sant’Agnese - Biennale College Danza
  • ore 17.00 - Teatro alle Tese - Chroma (2017, 45’ ca.) prima italiana, invenzione, performance Alessandro Sciarroni
    a seguire
    Aurora, un percorso di creazione (2015, 60’), film documentario di Cosimo Terlizzi su Aurora di Alessandro Sciarroni
  • ore 19.00 - Sale d’Armi - Untied Tales (2015, 60’) prima italiana, ideazione e coreografia Clara Furey e Peter Jasko
    a seguire
    incontro con Clara Furey
  • ore 21.30 - Teatro Piccolo Arsenale - So Blue (2012, 60’), ideazione e coreografia Louise Lecavalier
    a seguire
    incontro con Louise Lecavalier

Domenica 25 giugno

  • ore 11.30 - Campo Sant’Agnese - Biennale College Danza
  • ore 17.00 - Teatro alle Tese - Aurora (2015, 60’), invenzione Alessandro Sciarroni
  • ore 19.00 - Tese dei Soppalchi - We’re Pretty Fuckin’ Far From Okay (2016, 60’) prima italiana, ideazione e coreografia Lisbeth Gruwez; musica, sound design e collaborazione Maarten Van Cauwenberghe
    a seguire
    incontro con Lisbeth Gruwez
  • ore 21.30 - Teatro alle Tese - Folk-S (2012, 90’ ca.), invenzione, drammaturgia Alessandro Sciarroni
    a seguire
    incontro con Alessandro Sciarroni

Lunedì 26 giugno

  • ore 11.30 - Campo Sant’Agnese - Stahvin Mahvin (2017, 20’ ca.), Dana Michel (CDN)
  • ore 15.00 - Teatro alle Tese - The Co(Te)Lette Film (2010, 58’), di Mike Figgis, ideazione e coreografia Ann Van den Broek
  • ore 16.30 - Teatro alle Tese - incontro con Elisa Guzzo Vaccarino
  • ore 17.00 > 19.00 - Campo Sant’Agnese - In Museum V2 (2012, 120’) prima italiana, installazione e performance, creazione Marie Chouinard
  • ore 18.00 - Sale d’Armi - Biennale College Danza
    a seguire
    Nuova Creazione (2017), esito del laboratorio That choreographs Us, coreografia Benoît Lachambre
    a seguire
    incontro con Benoît Lachambre
  • ore 21.30 - Teatro Piccolo Arsenale - The Black Piece (2014, 80’), ideazione e coreografia Ann Van den Broek
    a seguire
    incontro con Ann Van den Broek

Martedì 27 giugno

  • ore 16.00 - Teatro alle Tese - Marie Chouinard: Le Sacre du Printemps (2013, 50’), film di Mario Rouleau, con la Compagnie Marie Chouinard; Carol Prieur danseuse/dancer Compagnie Marie Chouinard (2015, 16’), film di Isabelle Hébert
  • ore 17.30 - Teatro alle Tese - incontro con Marie Chouinard
  • ore 19.00 - Tese dei Soppalchi - Yellow Towel (2013, 70’) prima italiana, del Leone D’argento Dana Michel
    a seguire
    cerimonia di consegna del Leone d’argento
    a seguire
    incontro con Dana Michel
  • ore 21.30 - Teatro alle Tese - Soft Virtuosity, Still Humid, On The Edge (2015, 50’), coreografia, video Marie Chouinard
    a seguire
    incontro con Marie Chouinard

Mercoledì 28 giugno

  • ore 17.30 - Teatro alle Tese - incontro con Daina Ashbee
  • ore 21.30 - Teatro Piccolo Arsenale - Biennale College Danza
    a seguire
    incontro con Irina Baldini, Chloe Chignell, Joaquín Collado Parreño

Giovedì 29 giugno

  • ore 11.30 - Campo Sant’Agnese - Benoît Lachambre (CDN)
  • ore 16.00 - Teatro alle Tese - Mr Gaga (2015, 100’), film documentario di Tomer Heymann su Ohad Naharin
  • ore 19.00 - Tese dei Soppalchi - When The Ice Melt, Will We Drink The Water? (2016, 45’) prima europea, ideazione, coreografia, scenografia e luci Daina Ashbee
  • ore 21.30 - Teatro alle Tese - Unrelated (2014, 60’) prima italiana, ideazione, coreografia, scenografia e luci Daina Ashbee

Venerdì 30 giugno

  • ore 18.30 - Sale d’Armi con entrata in tre tempi (ore 18.30, 19.00, 19.15) - Lifeguard (2016, 120’) prima italiana, coreografia e performace Benoît Lachambre
    a seguire
    incontro con Benoit Lachambre
  • ore 21.30 - Teatro Piccolo Arsenale - Self Unfinished (1998, 50’), ideazione Xavier Le Roy
    a seguire
    incontro con Xavier Le Roy

Sabato 1 luglio

  • ore 16.00 - Teatro alle Tese - Ten Meter Tower (2016, 16’), film di Maximilien Van Aertryck e Axel Danielson; Your Girl (2007, 25’), Alessandro Sciarroni
  • ore 17.30 - Teatro alle Tese - incontro con Robyn Orlin
  • ore 19.00 - Tese dei Soppalchi - And You See… Our Honourable Blue Sky And Ever Enduring Sun… Can Only Be Consumed Slice By Slice… (2016, 75’) prima italiana, ideazione Robyn Orlin
  • ore 21.30 - Teatro alle Tese - Gustavia (2008, 60’), ideazione e interpretazione Mathilde Monnier, La Ribot
    a seguire
    incontro con Mathilde Monnier e La Ribot

 

Biennale Venezia Danza Contemporanea: non perdete l’11° edizione di uno dei più prestigiosi e multiculturali eventi del panorama mondiale! Dal 23 giugno al 1 luglio la Biennale Danza Venezia vedrà la partecipazione di grandi musicisti, coreografi e ballerini contemporanei!

A cura della redazione di Insidecom