Da Kandinsky a Botero. Tutti in un filo’ a Palazzo Zaguri

Decine di arazzi raccontano la storia dei grandi artisti del Novecento!

Dal 01 novembre 2018 al 31 ottobre 2019

da-kandinsky-a-botero
Prodotti acquistabili
Tour & Attività Taxi & Transfer

Dal 1 novembre 2018 al 31 ottobre 2019 le eleganti sale del Palazzo Zaguri di Venezia accolgono un’inedita mostra di respiro internazionale: ‘Da Kandinsky a Botero, tutti in un filo’.

La mostra presenta un centinaio di arazzi che rappresentano opere dei più grandi artisti del Novecento e contemporanei. L’affascinante ‘filo dell’arte novecentesca’ parte da colui che è sempre stato considerato il precursore e il fondatore dell’arte astratta: Vasilij Kandinskij. Uno dei suoi più grandi capolavori ‘Rosso, giallo e blu’ del 1925, dal quale è stato realizzato un meraviglioso arazzo, è infatti il simbolo di questa originale esposizione! Seguendo il ‘filo dell’arte’ si poi potranno ammirare opere tessili di altissimo livello che traggono ispirazione da artisti come Paul Klee, Giorgio De Chirico, Henri Matisse, Joan Miró, Andy Warhol e Fernando Botero… Perfino Renzo Piano ha fatto tradurre alcuni suoi disegni con la nobile tecnica della fabbricazione dell’arazzo.

La maggior parte degli arazzi esposti proviene da una delle ultime arazzerie d’Italia, fondata nel 1960 da Ugo Scassa. Scassa ha sempre sognato di vedere i suoi arazzi esposti a Venezia, sogno che purtroppo non ha mai visto realizzarsi ma che oggi viene finalmente coronato grazie a questo grande progetto culturale: ‘Da Kandinsky a Botero’ in mostra a Palazzo Zaguri di Venezia.

Durante il percorso, il visitatore verrà catturato dai colori e dalla finezza degli orditi di questi cento arazzi, frutto del delicato e paziente lavoro di abili mani femminili che per ore hanno tessuto su telai ad alto liccio dando pian piano forma al grande sogno di Ugo Scassa: far rinascere e tramandare l’arte dell’arazzo, una straordinaria tradizione che sembrava scomparsa e perduta, attraverso le opere degli artisti del nostro tempo.

Ecco le parole della curatrice della mostra, Donatella Avanzo: ‘Cento opere d’arte quindi, pronte a dialogare con quarantasette arazzi provenienti dalla manifattura Scassa. Gli arazzi sono oggi custoditi nell’arazzeria e in importanti gallerie e istituzioni. Giungono qui a Venezia per trovare posto in un magnifico Palazzo che è Palazzo Zaguri. Una mostra che mette a confronto gli artisti di oggi insieme agli arazzi di ieri, gli arazzi famosi del Novecento’.

Filo dopo filo il visitatore verrà guidato alla scoperta degli arazzi della manifattura Scassa che decoravano i saloni delle feste delle grandi turbonavi italiane, dalla ‘Leonardo’ alla ‘Michelangelo’ passando per la ‘Raffaello’ in un clima fiabesco quasi surreale ... Lo scintillante mondo dei viaggi transoceanici verrà riportato in vita grazie anche a proiezioni di immagini del film ‘La leggenda del pianista sull’oceano’, così che percezione visiva e uditiva trasportino il visitare in mezzo al mare. La voce che commenterà questo incredibile viaggio sarà quella di Vittorio Sgarbi che, attraverso le audio-guide gratuite, regala all’ascoltatore un prezioso spaccato di arte, di artigianato di bottega e scuola, di antiche tradizioni e, ovviamente, di storia.

Anche la scelta del luogo dove allestire la mostra ‘L’arte in un filo: Da Kandinsky a Botero’, non è casuale: Palazzo Zaguri ha accolto tra le sue mura alcune tra le più prestigiose famiglie veneziane. Le prime notizie risalgono al 1353 quando l’edificio fu acquistato dalla famiglia Cavallo. Nel Quattrocento passò nelle mani della famiglia Strazalorus, la quale aveva importanti legami con il clero e la famiglia Pasqualini. I Pasqualini erano ricchi mercanti di seta, illustri membri della Scuola della Carità e presero possesso del palazzo … Ecco che la sede espositiva si lega alla storia del tessuto e al tema della mostra in oggetto!

Grazie a questa rassegna unica al mondo, Palazzo Zaguri torna ad essere luogo di arte e di cultura: i suoi quattro piani espositivi offrono all’osservatore una visione complessiva e originale dell’arte intesa come una magnifica avventura che coniuga tradizione e innovazione, il cui risultato è un panorama nuovo e inusuale delle grandi opere realizzate durante tutto l’arco del Novecento. La mostra ‘Da Kandinsky a Botero, tutti in un filo’ si presenta, dunque, come un grande momento espositivo, in cui la scultura, la pittura e il disegno antico e moderno, testimonieranno a piena voce che l’Arte è davvero un filo ininterrotto.

Seguite anche voi il ‘filo dell’arte’ … Palazzo Zaguri a Venezia vi aspetta per un viaggio nell’arte del Novecento come non lo avete mai vissuto!

 

Orari

Dal 1 novembre 2018 al 31 ottobre 2019

  • Dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 19.00 (ultimo ingresso ore 18.00)

Biglietti ‘Da Kandinsky a Botero’

  • Intero: € 16,00 con audioguida compresa
  • Ridotto: € 14,00 con audioguida compresa
    (Invalidi, over 65, studenti, insegnanti, residenti a Venezia)
  • Ridotto: € 12,00
    (Bambini dai 6 ai 14 anni)
  • Visita guidata: € 60,00
    (Durata: 1 ora e 30 minuti circa)
A cura della redazione di Insidecom