‘Giappone. Terra di geisha e samurai’ a Casa dei Carraresi

Un affascinante viaggio lungo sei secoli tra storia, cultura e tradizioni del Giappone!

Dal 04 aprile 2019 al 30 giugno 2019

mostra-giappone-treviso
Prodotti acquistabili
Tour & Attività Taxi & Transfer

Dal 4 aprile al 30 giugno 2019, la Casa dei Carraresi di Treviso accoglie un’affascinante esposizione dedicata all’estremo Oriente: ‘Giappone. Terra di geisha e samurai’.

Attraverso una precisa selezione di opere, databili tra il XIV e il XX secolo, la mostra sul Giappone a Treviso propone un inedito viaggio tra armature, katane, kimono, dipinti e calligrafie… Un prezioso spaccato di storia, arte e cultura giapponese lungo ben sei secoli!

Prodotta da Artika e curata da Francesca Morena, la mostra a Casa dei Carraresi è realizzata con la collaborazione di Fondazione Cassamarca e il patrocinio della Città di Treviso; le opere provengono esclusivamente dal fondo privato di Valter Guarnieri, appassionato collezionista trevigiano che, nel corso degli ultimi decenni, ha creato una vasta raccolta di grande qualità dedicata a questa civiltà di rara eleganza e sofisticatezza.

Allestita nelle sale di Casa dei Carraresi, la mostra sul Giappone 2019 si sviluppa per isole tematiche: il percorso mira ad approfondire, da un lato, gli svariati aspetti relativi a costumi ed attività tradizionali della società giapponese e, dall’altro, la peculiarità e la storia della collezione Guarnieri.

L’esposizione si apre con il binomio Geisha e Samurai, da sempre soggetti prediletti nell’arte giapponese. Nell’immaginario collettivo il Giappone è un Paese di bellissime ed eleganti donne, le geisha, e di coraggiosi e determinati guerrieri, i samurai. Dal XII al XIX secolo il paese del Sol Levante è stato dominato dalla classe militare che, nonostante la rigida imposizione del proprio volere politico, è riuscita a creare una cultura molto raffinata, la cui influenza si avverte ancora oggi in moltissimi ambiti. In questa prima sezione potrete ammirare preziose armature dell’XIII secolo, kimono finemente istoriati del XVI e XVII secolo, paraventi, rotoli dipinti, splendide xilografie di Utamaro, uno dei maggiori artisti dell’ukiyo-e, specchi e svariati oggetti d’uso quotidiano come i menuki che servivano a legare le borse ai kimono che sono sprovvisti di tasche. Da segnalare anche una vera rarità: una katana con lama originale del 1100!

Dal mondo degli uomini, la mostra sul Giappone a Casa dei Carraresi si sposta a quello degli dei presentando al visitatore una sintesi delle credenze autoctone e delle influenze provenienti dal continente asiatico. Il Buddhismo, in particolare, che dall’India giunse in Giappone tramite Cina e Corea, ha influenzato profondamente il pensiero giapponese soprattutto nella sua variante dello Zen, presentata in questa seconda sezione da un gruppo di dipinti, in formato di rotolo verticale, raffiguranti Daruma, il mitico fondatore di questa setta.

L’approfondimento sull’arte e la cultura nipponica continua nella terza sezione, riguardante alcuni aspetti della quotidianità del popolo: da attività di intrattenimento, come il teatro No e Kabuki, all’utilizzo del kimono fino alla predilezione degli artisti giapponesi per la micro-scultura, presente in mostra a Treviso con un nucleo di accessori legati al consumo del fumo di tabacco.

Di grande fascino anche la parte che vede storie tradizionali e temi legati alla letteratura diventare dei raffinati soggetti di dipinti: il popolo giapponese ha infatti sempre riservato molta importanza alle fonti tradizionali, rielaborandole in diversi generi artistici.

Il clou della mostra ‘Giappone. Terra di geisha e samurai’ è dedicato all’intenso rapporto tra i giapponesi e la natura che, nello Shintoismo, dottrina filosofica e religiosa autoctona, è espressione stessa della divinità. La relazione privilegiata con la Natura viene analizzata attraverso una serie di dipinti su rotolo verticale, molti dei quali realizzati agli albori del Giappone moderno, tra Otto e Novecento. In questa sala sarà anche possibile ammirare una Chashitsu originale, ovvero una piccola stanza dove si svolgeva la Cerimonia de Tè, tradizionalmente collocata nei giardini proprio per creare assonanza spirituale tra Uomo e Natura.

Dopo oltre due secoli di isolamento, verso la metà dell'Ottocento, il Giappone si apre al mondo e, in pochi decenni, avanza con convinzione verso la modernità. Europei e statunitensi iniziano a conoscere ed apprezzare le arti sopraffini di questo misterioso popolo e, vice versa, molti artigiani del Sol levante iniziano ad adottare tecniche e stili stranieri producendo opere che andassero ad incontrare maggiormente il gusto dei nuovi acquirenti. Tra queste ‘nuove’ forme d'arte, del tutto inedite per il Giappone di quel periodo, c’è la fotografia d'autore, altro tema sviluppato nel percorso espositivo di questa affascinante mostra. Nel corso dell’800 molti stranieri che visitavano l’arcipelago acquistavano delle fotografie per conservare e condividere i ricordi di questo Paese tanto bello quanto segreto: il nucleo di foto visibile in mostra è stato acquisito da un misterioso viaggiatore che ha annotato a margine delle foto, in lingua spagnola, luoghi ed attività raffigurate.

La conclusione della mostra è affidata alla calligrafia, una delle forme d’arte più complesse ed affascinanti del Giappone: si tratta di una scrittura intrisa di pensiero, che i giapponesi coltivano da secoli con sapienza, ammirabile in grandi paraventi decorati con potenti calligrafie.

A Treviso, Casa dei Carraresi, le mostre 2019 riservano una piacevole sorpresa a tutti gli appassionati dell’estremo Oriente… ‘Giappone. Terra di geisha e samurai’, dal 4 aprile al 30 giugno 2019!

 

Orari Mostra Casa dei Carraresi - ‘Giappone. Terra di geisha e samurai’

  • Da martedì a venerdì, dalle 10.00 alle 19.00
  • Sabato, domenica e festivi, dalle 10.00 alle 20.00
  • Lunedì chiuso

Biglietti Mostra Casa dei Carraresi - ‘Giappone. Terra di geisha e samurai’

  • Intero: € 12,00
  • Ridotto: € 10,00 - gruppi di min. 10 persone, soci Fai, Arci e Touring Club, possessori biglietto Trenitalia con destinazione Treviso
  • Ridotto speciale: € 8,00 - studenti da 6 ai 26 anni
  • Ridotto famiglia: € 8,00 a persona per min. 2 adulti e 1 ragazzo fino a 18 anni
  • Gratuito – bambini fino a 6 anni, giornalisti previo accredito, guide turistiche con tesserino, disabili non autosufficienti con accompagnatore
A cura della redazione di Insidecom