Leonardo 500 – Mostre ed eventi da non perdere a Venezia

Cosa fare a Venezia nell'anno del cinquecentenario dalla morte di Leonardo da Vinci

Dal 17 aprile 2019 al 20 settembre 2019

leonardo-500
Prodotti acquistabili
Tour & Attività Taxi & Transfer

Il 2019 è l’anno di Leonardo da Vinci o, per meglio dire, l’anno in cui ricorre il cinquecentenario della sua morte. Per celebrare questa speciale ricorrenza, l’Italia e l’Europa hanno deciso di omaggiare il genio toscano con una lunga serie di iniziative volte a riscoprire la sua poliedrica figura, le sue opere e le innumerevoli influenze che il suo lavoro ha avuto sulle generazioni successive.

Mostre ed eventi su Leonardo da Vinci – 500 anni dalla morte si terranno ovviamente in Toscana, sua terra natia, ma anche a Milano, dove ha vissuto per ben 17 anni realizzando, tra le varie opere, il celebre Cenacolo, a Roma, a Torino, … Ma anche l’Europa ha voluto dare il suo contributo per celebrare il ‘nostro’ Leonardo: Francia, Regno Unito e Spagna, in particolare, hanno già annunciato numerose iniziative a lui dedicate!

Tra gli innumerevoli eventi per l’anniversario di Leonardo da Vinci la nostra attenzione è rivolta in particolare alle iniziative organizzate a Venezia, dove due affascinanti mostre vanno ad integrare l’esposizione permanente ospitata al Museo di Leonardo da Vinci.

 

Leonardo da Vinci – Eventi 2019 a Venezia

  • Punta di diamante tra gli eventi per Leonardo 500 a Venezia, la mostra alle Gallerie dell’Accademia Leonardo da Vinci. L'uomo modello del mondo espone anche il celebre Uomo Vitruviano, conservato alle Gallerie dell’Accademia ma non inserito nel normale percorso di visita data l’estrema fragilità dell’opera.
    La mostra ripercorre le tappe fondamentali della vita del maestro in un percorso di grande suggestione, che vanta oltre 70 opere, tra le quali ben 35 autografe di Leonardo. Forse non sapete che le Gallerie dell’Accademia di Venezia custodiscono il più importante nucleo pubblico di grafica leonardiana in Italia: 25 disegni autografi che documentano la produzione del maestro dal 1478 al 1519, tra ricerche scientifiche e fasi preparatorie per alcune delle sue opere più famose.
    Il protagonista è indubbiamente il celebre disegno dell’Uomo Vitruviano, al quale viene dedicata un’intera sezione della mostra, nella quale vengono illustrati i vari aspetti del complesso disegno e le matrici che hanno portato alla costruzione geometrica e alla raffigurazione del corpo virile, realizzate da altri artisti prima e dopo Leonardo. Assieme all’Uomo Vitruviano, tale sezione espone altri studi del corpo umano realizzati dall’artista intorno al 1489-90, eccezionalmente prestati da importanti istituzioni internazionali.

‘Leonardo da Vinci. L'uomo modello del mondo’ alle Gallerie dell’Accademia

Dal 17 aprile al 14 luglio 2019
- lunedì dalle 8.15 alle 14.00 (la biglietteria chiude alle 13.00)
- da martedì a domenica dalle 8.15 alle 19.15 (la biglietteria chiude alle 18.45)

Come raggiungere le Gallerie dell’Accademia - Campo della Carità, Dorsoduro 1050 - 30123 Venezia
Da Piazzale Roma e dalla stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia
- a piedi circa 20 minuti
- vaporetto fermata ‘Accademia’ – linea 1 o 2

  • A Palazzo Mocenigo è allestita un’esposizione più particolare, dedicata alle scoperte di Leonardo da Vinci in campo cosmetico, sfaccettatura decisamente poco conosciuta del grande maestro. Leonardo da Vinci, il profumiere analizza la figura del maestro in veste di cosmetologo e profumiere: qui avrete la possibilità di scoprire ricette di bellezza, acconciature, studi, ricette, fragranze e rimedi inventati da Leonardo per compiacere le più belle dame del suo tempo… Alla corte di Ludovico Sforza a Milano, ad esempio, Leonardo inventò tessuti, gioielli, profumi e abiti rivestendo anche il ruolo di regista delle feste di corte, mentre in numerosi suoi dipinti è possibile ammirare i cosiddetti ‘nodi vinciani’, complesse acconciature intrecciate con gioielli, retine e tessuti.

‘Leonardo da Vinci, il profumiere’ a Palazzo Mocenigo

Dal 3 maggio al 20 settembre 2019
- dalle 10.30 alle 17.00 (la biglietteria chiude alle 16.30)

Come raggiungere Palazzo Mocenigo - Santa Croce 1992 - 30135 Venezia
Da Piazzale Roma e dalla stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia
- a piedi circa 10 minuti
- vaporetto fermata ‘San Stae’ – linea 1

  • Oltre alle mostre dedicate alle celebrazioni per i 500 anni di Leonardo, Venezia ospita anche un’esposizione permanente dedicata al genio toscano, il Museo Leonardo da Vinci. 4 interessanti sezioni tematiche - terra, acqua, aria e fuoco - vi permetteranno di entrare in contatto con la vita e le invenzioni di Leonardo attraverso la riproduzione di oltre 60 macchine progettate da Leonardo e realizzate in scala originale, molte delle quali anche funzionanti, con la possibilità di provarle! Macchine da guerra, di ingegneria civile, volanti, la ‘Città Ideale’ e i ‘Principi della fisica’ trovano posto accanto a rappresentazioni dei suoi dipinti più famosi e a studi anatomici. Il percorso di visita include anche alcuni proiezioni sulla vita e la carriera artistica di Leonardo, oltre ad un filmato in realtà virtuale 3D che illustra il funzionamento delle sue principali macchine da guerra. Il format sperimentale e coinvolgente del Leonardo Museum lo rende un’esperienza adatta a tutta la famiglia!

Museo Leonardo da Vinci a Venezia

Aperto tutto l’anno
- dal 1 novembre al 31 marzo
dalle ore 10.30 alle ore 17.30 (la biglietteria chiude alle 16.30)
- dal 1 aprile al 31 ottobre
dalle ore 10.00 alle ore 18.30 (la biglietteria chiude alle 17.30)

Come raggiungere il Museo Leonardo da Vinci - Campo San Rocco 3052 - 30125 Venezia
Da Piazzale Roma e dalla stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia
- a piedi circa 10 minuti
- vaporetto fermata ‘San Tomà’ – linea 1 o 2

  • Dando uno sguardo al vicino entroterra veneziano, anche Jesolo Lido offrirà il suo personalissimo omaggio all’artista di Vinci: dal 2 giugno al 15 settembre 2019, la 22° edizione del festival delle sculture di sabbia sarà infatti dedicata proprio a Leonardo da Vinci!

 

Breve biografia

Inventore, artista, scenografo, ingegnere militare, anatomista, pensatore, uomo di scienza, … Leonardo incarna l’uomo del Rinascimento forse meglio di chiunque altro. Il suo desiderio di superare i limiti, la grande curiosità e una creatività senza fine gli hanno permesso di raggiungere altissimi livelli di espressione in innumerevoli campi delle arti e della conoscenza.

Leonardo nasce a Vinci, splendido borgo toscano tra Empoli e Pistoia, nell’aprile del 1452. Fin dalla giovane età emerge la sua naturale predisposizione alle arti e alle scienze e si dimostra un acuto osservatore dei fenomeni naturali. Dopo le prime esperienze in ambito artistico a Firenze, dove frequenta la bottega del Verrocchio e riceve le prime commissioni, tra le quali l’Adorazione dei Magi, rimasta incompiuta, si sposta a Milano, alla corte di Lodovico Sforza. Qui ha la possibilità di applicarsi in più ambiti, dalla pittura – la Vergine delle Rocce nelle due versioni oggi presenti a Londra e Parigi, la Dama con l’Ermellino e il Cenacolo nella chiesa di Santa Maria delle Grazie – all’ingegneria idraulica - nella bonifica della bassa Lombardia - fino alla progettazione di edifici, alla scenografia di numerose feste di corte e alla stesura di trattati. Verso la fine del ‘400 fugge da Milano e, dopo due brevi soggiorni a Mantova e Venezia, rientra a Firenze dove inizia la rappresentazione della Battaglia di Anghiari – mai terminata a causa della sua ossessiva ricerca di nuove tecniche artistiche – a Palazzo Vecchio. A questo periodo si attribuiscono anche la Monna Lisa, opera tanto enigmatica quanto famosa, il progetto di canalizzazione dell’Arno, il Codice del Volo e studi di anatomia. Nel 1502 viene anche assoldato da Cesare Borgia come architetto ed ingegnere militare! Pochi anni dopo la morte del padre, avvenuta nel 1504, Leonardo si sposta di nuovo a Milano e Roma, prima di partire per la Francia nel 1517, invitato dal re di Francia Francesco I, uomo colto e raffinato, grande amante dell’arte italiana. Qui Leonardo trascorre forse il periodo più tranquillo della sua vita: nonostante la vecchiaia, si divide tra appuntamenti mondani, arte, studi e progetti.
Non lascerà più la Francia: Leonardo muore il 2 maggio 1519 ad Amboise. Dei suoi resti non c’è più traccia a causa delle profanazioni avvenute nel corso delle guerre di religione tra cattolici e ugonotti del XVI secolo.

A cura della redazione di Insidecom