Livio Seguso in mostra al Museo del Vetro di Murano: ‘Al principio era la Goccia’

Un grande omaggio a Livio Seguso, maestro muranese del vetro contemporaneo che ha fatto della lavorazione del vetro una vera espressione d’arte.

Dal 15 ottobre 2019 al 24 maggio 2020

livio-seguso-2019
Prodotti acquistabili

Il Museo del Vetro di Murano omaggia il geniale maestro muranese del vetro contemporaneo, Livio Seguso con una grande retrospettiva Livio Seguso. In principio era la goccia’, che sarà possibile ammirare fino il 24 maggio 2020.

Livio Seguso, classe 1930, da buon muranese, inizia molto presto il suo rapporto con il vetro crescendo in un ambiente familiare dove il vetro e la sua produzione sono il ‘pane quotidiano’. Inizia il suo periodo di gavetta, che lui definisce imprescindibile, presso Alfredo Barbini in qualità di allievo e collaboratore, dedicandosi per lo più alla scultura ‘a massello’. Nel 1959 diventa maestro della Salviati & C. e dieci anni dopo, apre la sua vetreria dove affianca l’attività di imprenditore a quella di scultore, consacrando la sua arte con una mostra a Ca’ Pesaro nel 1980.

Nel 1972 partecipa alla 36° edizione della Biennale di Venezia, ma la sua maturazione artistica raggiunge l’apice verso la fine decennio, con l’abbandono di ogni retaggio della tradizione muranese per dare spazio solo al cristallo puro, cangiante e ambiguo nella sua trasparenza.

Le sue opere possono così manifestarsi in forme di assoluta purezza, diventando ‘immagini di luce’ in cui i pensieri si mescolano e confondono creando una serie di forme oniriche che solo una materia come il vetro può regalare: ‘Il vetro è un materiale magico, non ha solo tre dimensioni come il marmo o il legno. Ha un plusvalore, la quarta dimensione, che chiamerei penetrazione perché nel vetro riesci a entrare, lo sguardo arriva a scrutarne la parte più interna e misteriosa ed è solo la sua trasparenza che ti dà questa possibilità’.

Ma la ricerca del grande artista non si ferma mai e la massa vetraria nelle sue forme essenziali, entra in simbiosi con altri materiali e si lega all’acciaio, al marmo e al legno creando espressioni artistiche uniche ed utopiche.

La mostra di Livio Seguso al Museo del Vetro di Murano introduce il visitatore all’esposizione con un titolo altamente evocativo: ‘In principio era la goccia’. E’ propria da quella semplice goccia di vetro trasparente che il grande artista internazionale ha iniziato il suo viaggio di sperimentazione nel vasto mondo del vetro, abbandonando la veste di homo faber per diventare un vero artista, plasmatore d’arte: dal linguaggio figurativo è passato gradualmente all’astratto, negando ogni tentazione cromatica per dedicarsi all’assoluta trasparenza. Sono le opere stesse a creare forme di luce sempre diverse…

A Livio Seguso la mostra 2019 – 2020 dedica un itinerario magico tra le sue numerose opere, frutto di ricerca e passione di una vita. Qui il visitatore potrà vivere il percorso personale e professionale del grande maestro del vetro di Murano e assaporare le emozioni che trapelano da ogni singola creazione artistica, entrando in comunione con la genialità e l’anima di Livio Seguso.

E mentre le sue opere continuano ad essere esposte a stupore del mondo, Livio Seguso, alla soglia dei novant’anni, continua a lavorare nella sua amata Murano e prosegue nella ricerca perché, come lui afferma, c’è sempre qualche nuovo limite da superare…

Puoi acquistare il biglietto del Museo del Vetro comodamente online, la mostra è inclusa nel costo d’ ingresso!

 

Orari Mostra Livio Seguso al Museo del Vetro di Murano

dal 1 novembre al 31 marzo 10.30 – 16.30 (biglietteria 10.30 – 16.00)

dal 1 aprile al 31 ottobre 10.30 – 18.00 (biglietteria 10.30 – 17.30)

A cura della redazione di Insidecom

Informazioni

Periodo: Dal 15 ottobre 2019 al 24 maggio 2020

Luogo dell'evento: Museo del Vetro, Isola di Murano, Venezia

Contatti: Per maggiori informazioni: https://museovetro.visitmuve.it/it/mostre/mostre-in-corso/livio-seguso-in-principio-era-la-goccia/2018/02/17875/livio-seguso/