Tutti i luoghi e le opere di Giambattista Tiepolo a Venezia e a Vicenza

Se ti stai chiedendo dove vedere le opere del Tiepolo, sei nel posto giusto! Districarsi tra gli innumerevoli luoghi che conservano le opere del grande pittore veneziano, Giambattista Tiepolo, non è facile.

Per questo motivo, noi di Venetoinside abbiamo creato una pagina ad hoc non solo per facilitarti questa ricerca, ma anche per aver a portata di mano un comodo elenco con i siti che ospitano le opere principali di Tiepolo in particolare a Venezia e Vicenza, proprio per l'importanza che queste città hanno avuto nell'evoluzione artistica e nella crescita personale di Giambattista Tiepolo.

La lista delle opere e dei luoghi di Tiepolo che troverai qui in seguito, è stata compilata suddividendo i siti presenti a Venezia da quelli di Vicenza e abbiamo inserito nelle prime voci di entrambi gli elenchi i luoghi dove Giambattista è stato particolarmente prolifico: dalle antiche chiese di Venezia che ospitano le sue più belle e significative opere religiose, alle meravigliose ville del vicentino dove diede vita con il suo pennello a splendidi episodi mitologici e classici, agli storici palazzi che preservano nel tempo i capolavori del più grande artista veneziano del Settecento.

Sei pronto a scoprire insieme a noi i luoghi del Tiepolo a Venezia e a Vicenza? Se desideri scoprirli in compagnia di una guida locale che saprà soddisfare ogni tua curiosità, ti consigliamo il nostro tour privato 'Your Own Tiepolo'; potrai organizzare la tua visita proprio come vuoi tu!

DOVE VEDERE TIEPOLO A VENEZIA

  • Cà Rezzonico – Museo del Settecento Veneziano
    Palazzo Rezzonico ospita i più bei capolavori del Settecento veneziano e tra questi si annoverano i meravigliosi affreschi di Giambattista Tiepolo, in particolare quelli che decorano la 'Sala dell'Allegoria Nuziale' e la cosiddetta 'Sala del Tiepolo'. Nella prima sala il grande artista veneziano, in occasione delle nozze tra Ludovico Rezzonico e Faustina Savorgnan celebrate nel 1757, dipinge sul soffitto della stanza una fantasiosa ma dettagliata 'Allegoria Nuziale' con la coppia di sposi che sembrano giungere all'interno della stanza direttamente sul carro di Apollo, preceduta da Cupido bendato. Nella Sala del Tiepolo a Venezia, di grande impatto visivo, è la meravigliosa tela posta sul soffitto raffigurante 'La Nobiltà e la Virtù che abbattono l'Ignoranza' (1744-1745).
    Indirizzo: Dorsoduro 3136, 30123 Venezia VE
    Acquista online il tuo biglietto d'ingresso a questo link: Ca' Rezzonico - 'Museo del '700 Veneziano'
  • Chiesa di Santa Maria del Rosario o dei Gesuati
    Tra il 1737 e il 1739 il grande artista veneziano si trova impegnato nel progetto decorativo del soffitto della chiesa veneziana dei Gesuati. Esso è costituito da tre grandi comparti: in quello centrale è rappresentata L’'Istituzione del Rosario', nel comparto verso l'ingresso la 'Gloria di San Domenico' e in quello verso l'altare 'La Madonna appare a San Domenico'. Attorno alle grandi raffigurazioni centrali, inseriti alternativamente in cornici ovali o quadrilobate, trovano posto i quindici Misteri del Rosario e la Gloria del Rosario.
    Indirizzo: Fondamenta Zattere Ai Gesuati, 30123 Venezia VE
  • Scuola Grande dei Carmini
    Nel 1739 venne affidata a Tiepolo la decorazione del soffitto della Sala Capitolare della suddetta Scuola devozionale, il cui progetto comprende nove sezioni che hanno come filo conduttore l’esaltazione e la glorificazione dello Scapolare. Il ciclo ha inizio con la tela centrale che raffigura 'La Vergine in gloria che appare a San Simone Stock', mentre un angelo gli offre lo Scapolare (1746 – 1749), le cui proprietà miracolose sono rappresentate nei quattro dipinti laterali. Agli angoli della sala prendono posto delle tele dedicate alle allegorie di virtù e beatitudini.
    Indirizzo: Dorsoduro, 2617, 30123 Venezia VE
  • Palazzo Sandi
    Qui Tiepolo tra il 1724 e il 1725 realizzò il suo primo affresco su soffitto, 'Il Trionfo dell'Eloquenza'. Il risultato fu grandioso ed evidenza il suo accostamento sempre più forte al linguaggio del Veronese. L'argomento rappresentato mirava ad esaltare la virtù fondamentale degli uomini di legge, l'eloquenza, caratteristica innata del suo committente, l'avvocato Tommaso Santi.
    Indirizzo: San Marco, 3870, 30122 Venezia VE
  • Palazzo Labia
    Possiamo considerare il ciclo pittorico di Palazzo Labia uno dei massimi capolavori del grande Tiepolo a Venezia, in modo particolare la decorazione della sala da ballo (1746 - 1747): in una atmosfera quasi favolistica, l'artista affresca l'ambiente con figure allegoriche e mitologiche che accompagnano la gloriosa scena nel soffitto raffigurante Bellerofonte a cavallo di un Pegaso che vola verso la Dignità e la Gloria. Lungo le pareti, troviamo narrati i due episodi principali della vita di Antonio e Cleopatra: il loro incontro e il famoso banchetto. In quest'ultima scena Tiepolo lasciò memoria di sé ritraendosi dietro alle spalle di Antonio.
    Indirizzo: Campo San Geremia, 30100 Venezia VE

  • Gallerie dell'Accademia
    Apollo e Marsia, 1720 – 1725
    San Domenico in Gloria, 1723
    Il ratto di Europa, 1725
    Apparizione della Sacra Famiglia a San Gaetano, 1735-1736
    Sant'Elena rinviene la vera Croce, 1745
    Indirizzo: Campo della Carità, 1050, 30123 Venezia VE
    Acquista online il tuo biglietto d'ingresso a questo link: Galleria dell'Accademia a Venezia
  • Scuola Grande di San Rocco
    Abramo e gli angeli, 1732
    Agar nel deserto confortata dall'angelo
    1732
    Indirizzo: San Polo, 3052, 30125 Venezia VE
  • Chiesa di Sant'Alvise
    Incoronazione di spine, 1737-1738
    Flagellazione, 1737-1738
    Salita al Calvario, 1740
    Indirizzo: Campo Sant'Alvise, 3205, 30121 Venezia VE

  • Chiesa di Santa Maria di Nazareth o degli Scalzi
    Gloria di Santa Teresa, 1720-1725
    Trasporto della Santa Casa a Loreto, 1743
    Indirizzo: Cannaregio, 54, 30121 Venezia VE

  • Chiesa dei Santi Apostoli
    Comunione di Santa Lucia, 1745-1750
    Indirizzo: Cannaregio, 4465, 30121 Venezia VE
  • Santa Maria dei Derelitti
    Sacrificio d’Isacco, 1715
    Indirizzo: Barbaria delle Tole, 6691, 30122 Venezia VE
  • Chiesa di San Stae
    Martirio di San Bartolomeo, 1722
    Indirizzo: Salizada San Stae, 1982, 30135 Venezia VE
  • Basilica di San Marco
    Adorazione del Bambino (Natività), 1732
    Indirizzo: Piazza San Marco, 328, 30100 Venezia VE
  • Chiesa di Santa Maria della Consolazione o della Fava
    Educazione della Vergine, 1732
    Indirizzo: Campo della Fava, 30122 Castello, Venezia VE
  • Chiesa di San Polo
    La Vergine appare a San Giovanni Nepomuceno, 1754
    Indirizzo: Salizada S. Polo, 2023, 30125 Venezia VE
  • Chiesa della Pietà
    Trionfo della Fede, 1754-1755
    Indirizzo: Sestiere Castello, 30122 Venezia VE
  • Fondazione Querini Stampalia
    Ritratto del Procurator Dolfin, 1755
    Indirizzo: Campo Santa Maria Formosa, 5252, 30122 Venezia VE
    Acquista online il tuo biglietto d'ingresso a questo link: 'Casa Museo Fondazione Querini Stampalia'

 

DOVE VEDERE TIEPOLO A VICENZA

In occasione dei 250 dalla morte di Giambattista Tiepolo, potrai visitare i luoghi del Tiepolo a Vicenza riportati qui sotto, acquistando un unico biglietto il cui prezzo è molto più vantaggioso rispetto all’acquisto dei singoli biglietti d'ingresso. Per maggiori informazioni e per prenotare il tuo biglietto Tiepolo 250, visita la nostra pagina 'Tiepolo 250: biglietto d'ingresso unico ai luoghi del Tiepolo a Vicenza'.

  • Villa Valmarana ai Nani
    La palazzina e la foresteria furono affrescate da Giambattista Tiepolo e dal figlio Giandomenico nel 1757 per volontà di Giustino Valmarana. All'interno di ciascuna stanza, in particolare in quelle che costituiscono il corpo centrale, prendono vita magnifiche raffigurazioni legate alla mitologia e ai temi classici, tra cui brani dell'Iliade, dell’Eneide, della mitologia, della Gerusalemme liberata di Torquato Tasso e dell’Orlando furioso di Ariosto ma non solo, anche scenari che rappresentano la guerra, il sacrificio, l'amore e la sensualità in una epopea antica ma allo stesso tempo moderna.
    Indirizzo:
    Via dei Nani, 8, 36100 Vicenza VI
  • Villa Zileri Motterle (Scalone e Salone nobile)
    Nel 1729 per celebrare l'inserimento del casato Loschi nel Libro d'Oro della Repubblica di Venezia, il conte Nicolò Loschi chiamò Giambattista Tiepolo a decorare la dimora di Biron con rappresentazioni atte a promuovere la nuova immagine della famiglia. Qui Tiepolo da prova del suo eccezionale talento decorando il salone nuovo con un ciclo di dodici affreschi raffiguranti allegorie delle virtù della nobile famiglia. 
    Indirizzo: Viale Zileri, 4/6, 36050 Monteviale VI
  • Palazzo Chiericati
    Palazzo Chiericati, oggi sede del Museo Civico vicentino, ospita due grandi opere di Tiepolo a Vicenza: la Pala dell''Immacolata Concezione' risalente al 1733, e 'La Verità svelata dal Tempo' dipinta tra il 1743 e il 1744. La prima opera esprime in figura uno dei misteri della religione cattolica, ossia il principio fondamentale per il quale la Vergine venne concepita nel grembo materno priva del Peccato Originale. La luminosità della tessitura cromatica adottata dall'artista in questo lavoro dimostra il suo graduale abbandono dello stile realistico chiaroscuro tipico del Piazzetta per dedicarsi a quello lucente proprio di Sebastiano Ricci. Il secondo capolavoro del pittore veneziano è la grande tela 'La Verità svelata dal Tempo', in origine pensata come fastosa decorazione a soffitto per una delle proprietà dell'avvocato vicentino Carlo Cordellina. L'artista attraverso la rappresentazione di soggetti allegorici e l'utilizzo sapiente di colori luminosi e brillanti, si rifà alle virtù morali e di giustizia del suo committente.
    Indirizzo: Piazza Matteotti, 37/39, 36100 Vicenza VI

  • Villa Cordellina Lombardi (Salone d'onore)
    La luce dell’Intelligenza che mette in fuga le tenebre dell’Ignoranza, 1743-1744
    Continenza di Scipione, 1743-1744
    Continenza di Alessandro Magno, 1743-1744
    Indirizzo: Via Lovara, 36, 36075 Montecchio Maggiore-Alte Ceccato VI

 

Questi elencati sono solo alcuni dei risultati dell'immensa produzione artistica di Giambattista Tiepolo. Come hai potuto constatare, abbiamo preferito dare spazio alle opere principali presenti nel territorio veneto in particolare alle opere di Tiepolo a Venezia e Vicenza, tuttavia il suo operato veniva richiesto ovunque anche oltre il confine italiano. La sua bravura, la sua originalità e la sua passione lo portarono ad essere chiamato nelle grandi corti europee e da facoltosi committenti privati. Tra le tante committenze religiose o private ricordiamo l'importante lavoro di decorazione del Palazzo Patriarcale di Udine per volere dell'allora patriarca Dioniso Dolfin: qui Tiepolo diede prova della sua grande abilità tecnica e prospettica affrescando il soffitto dello Scalone d'Onore, la Galleria degli Ospiti e la Sala Rossa. Nel 1750 l'artista veneziano venne chiamato a Wurzburg in Germania con i figli Giandomenico e Lorenzo, per decorare la Sala Imperiale e lo Scalone d’Onore della residenza del principe-vescovo Carl Philipp von Greiffenklan. Si trattò di una immensa opera pittorica da considerarsi il risultato massimo dell'arte tiepolesca. Nel 1762, Carlo III re di Spagna chiamò l'ormai anziano Giambattista a decorare il Palazzo Reale di Madrid. Di particolare interesse e bellezza sono l’affresco realizzato sul soffitto della Sala del Trono con 'La Gloria della Spagna' e quelli dell’'Apoteosi di Elena' e del 'Trionfo della Monarchia Spagnola', situati rispettivamente nella Sala degli Alabardieri e nell’Anticamera della Regina. Otto anni dopo Giambattista Tiepolo si spegnerà a Madrid dove verrà sepolto nella Chiesa di San Martin.

Dopo 250 anni dalla sua morte siamo ancora qui a celebrare e ricordare uno dei più grandi geni artistici che con il suo instancabile lavoro, ha lasciato un segno imperituro nella storia dell'arte.